Scheda informativa per le lavoratrici in gravidanza che richiedono l’astensione anticipata dal lavoro

Nuove disposizioni per le lavoratrici in gravidanza che richiedono l’astensione anticipata dal lavoro

Con il decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012, in materia di semplificazione e di sviluppo, sono state introdotte importanti modifiche anche per le lavoratrici in gravidanza.

Dal 1° aprile 2012, infatti, la competenza ad emanare i provvedimenti di astensione anticipata dal lavoro nel caso di “gravi complicanze della gravidanza o di preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza” (art. 17, comma 2, lettera a) del D.Lgs. n. 151/2001) viene trasferita alle aziende ULSS, che assicureranno la relativa procedura amministrativa, in sostituzione delle Direzioni Provinciali del Lavoro.

Per tale ragione, dal 1° aprile 2012 le richieste di astensione delle lavoratrici in gravidanza residenti nel territorio dell’Azienda ULSS 1 di Belluno dovranno essere consegnate a mano o inoltrate per posta agli uffici del Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) – Viale Europa, 22 – Ospedale San Martino – Belluno (orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00), corredate del certificato medico redatto da medico specialista ostetrico – ginecologo.

Nel caso in cui il certificato specialistico sia redatto da medico ostetrico – ginecologo privato, il Servizio Igiene e Sanità Pubblica inviterà la lavoratrice a sottoporsi a visita di controllo presso l’ambulatorio (SISP) più vicino alla sua residenza, al fine di prevenire ogni possibile disagio.

Successivamente il Servizio Igiene e Sanità Pubblica provvederà all’emissione del provvedimento di astensione dal lavoro, che verrà trasmesso alla lavoratrice, al datore di lavoro ed all’INPS.

Qualora la richiesta venga prodotta a mano (anche su delega) il Servizio Igiene e Sanità Pubblica rilascerà una ricevuta valevole ai fini dell’assenza.

La richiesta di astensione anticipata dal lavoro, il cui modulo è scaricabile premendo qui, potrà essere anticipata anche via fax al seguente numero: 0437 516918.

Restano di competenza del Ministero del Lavoro le autorizzazioni di astensione per condizioni di lavoro pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino e per l’impossibilità di spostamento della lavoratrice ad altre mansioni, previste dall’art. 17, comma 2, lettere b) e c), del D.Lgs. n. 151/2001, le cui domande continueranno ad essere presentate presso gli uffici della Direzione Provinciale del Lavoro di Belluno.

SERVIZIO IGIENE E SANITA’ PUBBLICA
Viale Europa, 22 – Ospedale San Martino – 5° piano Blocco chirurgico- 32100 BELLUNO
Tel. segreteria 0437 516917 Fax 0437 516918
Orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Moduli Correlati

Ultima modifica: