Ingresso / rientro in Italia dall’estero: cosa fare?

Aggiornamento al 14/08/2020 ore 8.00.

Per maggiori  approfondimenti si rimanda all’Ordinanza del Presidente della Regione Veneto del 13 agosto 2020, all’Ordinanza del Ministero della Salute del 12 agosto 2020 e al DPCM 7 agosto2020.

 

  1. Chi deve comunicare il proprio ingresso in Italia dall’estero?

Le persone che entrano in Italia da PAESI ESTERI.Fanno #eccezione le persone che rientrano da : Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.Le persone che entrano da questi Paesi NON sono sottoposte a obbligo di comunicazione e a misure di isolamento.

Il Dipartimento di Prevenzione raccomanda comunque un attento #automonitoraggio dei sintomi con eventuale pronta #segnalazione al medico e consiglia l’esecuzione di un tampone rinofaringeo (vedi numeri e riferimenti).

A seguito dell’Ordinanza del Ministero della Salute del 12/08/2020 chi entra in Italia proveniente da Spagna, Grecia, Croazia e Malta o che ha soggiornato / transitato in tali Paesi nei 14 giorni precedenti, deve alternativamente eseguire:

– un tampone negativo non antecedente a 72 ore dal rientro in Italia, da presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli di viaggio.

– un tampone entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale, presso l’azienda sanitaria locale di riferimento; in attesa dell’esito del test, le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Per alcuni Paesi vige il DIVIETO di INGRESSO in Italia, vedi punto 5.

 

2.Come comunicare l’ingresso ed effettuare il tampone?

Per chi rientra da Spagna, Grecia, Malta e Croazia, il tampone può essere eseguito senza prenotazione in modalità drive-in (presentarsi in auto) a:
  • BELLUNO Ospedale San Martino – tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30
  • FELTRE Borgo Ruga, 34 (ingresso da via Panoramica) – tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30
Secondo la norma citata le persone, fino alla comunicaizone dell’esito del tampone rimangono in isolamento.
Il Dipartimento di Prevenzione consiglia un accurato automonitoraggio e l’eventuale pronta segnalazione al medico di famiglia o ai servizi sanitari.

Per l’ingresso dai Paesi per cui vi è l’obbligo di comunicazione e quarantena:

mandare una mail a covid_19@aulss1.veneto.it

(indicando nome e cognome, numero di telefono, paese di provenienza e data di arrivo)

oppure telefonare allo 0437/514343 attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20.

 

  1. Quanto dura la quarantena obbligatoria?

La norma prevede un periodo di 14 giorni di isolamento.

Il Dipartimento di Prevenzione provvederà ad organizzare un tampone di controllo entro i primi giorni dall’arrivo in Italia e un ulteriore tampone a chiusura del periodo di quarantena.

 

  1. Quali mezzi si possono usare per arrivare a casa dopo l’ingresso in Italia?

Se si entra in Italia tramite aereo, nave o treno è consentito il tragitto di rientro presso il proprio domicilio / residenza con mezzi privati. Il trasporto è consentito ad una sola persona convivente o coabitante nello stesso domicilio del trasportato, munita di dispositivo di protezione.

Non è consentito l’uso di mezzi pubblici.

 

  1. Quali sono i Paesi dai quali NON è consentito arrivare in Italia?

Allo stato attuale delle normativa NON è consentito l’ingresso in Italia a persone provenienti da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Kossovo, Montenegro, Colombia.

Fanno eccezione al divieto i Cittadini europei (vedi elenco al punto1) e i loro familiari conviventi con residenza anagrafica in Italia data anteriore al 09/07/2020.

Per maggiori informazioni:

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.htm

Ultima modifica: