Screening per la prevenzione del tumore del colon retto

 

Che cos’è il carcinoma del colon-retto?
E’ un tumore che colpisce l’ultimo tratto dell’intestino fino al retto, chiamato anche “intestino crasso” o “grosso intestino”.
La figura dimostra come la trasformazione da intestino normale a tumore avanzato avvenga in circa 10 anni passando da varie fasi precancerose sulle quali è possibile intervenire.

storia_carcinoma

Cos’è lo screening colorettale?
Lo screening colorettale è un programma di prevenzione che ha l’obiettivo di ridurre la mortalità per tumore del colon-retto, permettendo una diagnosi precoce di malattia e l’identificazione di particolari lesioni che hanno elevata probabilità di evolvere in tumore (lesioni precancerose).

A chi è rivolto?
Lo screening colorettale viene proposto attivamente ogni 2 anni a tutta la popolazione maschile e femminile residente con età compresa tra i 50 ed i 69 anni.

In cosa consiste?
Il test di screening consiste in un semplice esame (SOF, sangue occulto fecale) che non richiede alcuna preparazione e ricerca tracce di sangue non visibili nelle feci poiché la presenza di sangue, anche solo in tracce, è generalmente il primo sintomo di questa malattia.
Se il test risulta negativo, cioè non è stata trovata la presenza di sangue nelle feci, non significa che il soggetto interessato non possa sviluppare la malattia, pertanto questi soggetti verranno invitati a ripetere il test ogni due anni, fino al compimento del 69° anno di età.
Se il test risulta positivo, cioè viene rilevata la presenza di sangue nelle feci, non significa che il soggetto interessato abbia il cancro del colon retto, in quanto molte altre patologie possono provocare sanguinamento. I soggetti positivi saranno invitati a sottoporsi ad un ulteriore accertamento, la colonscopia, per la conferma o meno del caso. Tutto il percorso diagnostico-terapeutico è gratuito ed organizzato dall’Azienda Sanitaria, anche tramite le farmacie territoriali che aderiscono al progetto di screening.

 

Qual è il ruolo della colonscopia?
La colonscopia viene effettuata ai soggetti positivi al test ed è un esame molto importante sia per confermare o meno la diagnosi di tumore o di patologia precancerosa sia perché consente l’asportazione dei polipi del colon.
L’esame richiede una preparazione preventiva e può essere effettuato anche in sedazione. Le spiegazioni dettagliate verranno fornite ai pazienti al momento dell’invito all’accertamento.
Esistono altre forme di prevenzione? Una equilibrata alimentazione, una costante attività fisica e un corretto stile di vita rappresentano sicuramente le principali azioni preventive che ognuno di noi è chiamato ad attuare.

Per approfondimenti sullo screening del colon-retto:
• Chiedi al tuo Medico di Assistenza Primaria;
• Contatta la Segreteria Organizzativa;
• Leggi le “100 domande sullo screening colorettale”
(https://www.osservatorionazionalescreening.it/content/le-100-domande-sullo-screeningcolorettale-e-sullo-screening-con-la-sigmoidoscopia)

Collegamenti importanti

Ultima modifica: