L’Ulss cerca mediatori culturali – Domande entro il 26 febbraio 2020

L’Ulss cerca mediatori culturali per aggiornare l’elenco aziendale. il bando, disponibile sul sito ULSS www.aulss1.veneto.it nella sezione Concorsi  e avvisi – servizio Personale, scade il 26 febbraio 2020.

L’elenco verrà utilizzato dalle Direzioni Mediche di Ospedale, delle Direzioni di Distretto e dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico nei casi in cui si renda necessario il supporto di un mediatore linguistico-culturale per sostenere i cittadini stranieri – in particolare extracomunitari – nell’accesso ai servizi sanitari, socio-sanitari e sociali a diretta gestione aziendale, al fine di favorire la comprensione della loro situazione clinica e/o sociale, acquisire il consenso informato alle proposte terapeutiche e/o socio-sanitarie e trasmettere in modo efficace le informazioni necessarie al buon esito della presa in carico.

 

Per essere inseriti nell’elenco dei mediatori linguistico-culturali è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • maggiore età;
  • cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea o titolarità di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residenza in Italia e domicilio in uno dei Comuni dell’Azienda Ulss 1 Dolomiti;
  • godimento dei diritti civili e politici nel paese di appartenenza;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
  • adeguata conoscenza della lingua italiana, scritta e parlata;
  • conoscenza della lingua, scritta e parlata, e della cultura di una delle seguenti aree linguistico/culturali:
  • Europa dell’Est: lingue romena, albanese, russa, serbo croata, macedone, moldava;
  • Asia: lingue arabo, cinese mandarino, cingalese, hindi, urdu, punjabi, bengalese, persiano, filippino;
  • Africa: lingue arabo, francese, inglese;
  • Europa: lingue tedesco, francese, inglese;
  • America latina: lingue spagnolo e portoghese;

ovvero di eventuali altre aree da indicare nella domanda;

  • documentata formazione (diplomi specifici o partecipazione a corsi riconosciuti a livello statale o regionale) e/o esperienza professionale nell’ambito della mediazione linguistico e culturale;

 

L’intervento di mediazione linguistico-culturale avviene a richiesta dell’Azienda, si configura come prestazione occasionale e non determina in alcun caso l’instaurazione di un rapporto di lavoro dipendente.

 

Il compenso omnicomprensivo lordo che verrà corrisposto sarà pari ad € 50,00 all’ora, comprensiva di ogni onere. Ogni chiamata viene considerata minimo di un’ora anche se di tempo inferiore. L’ora successiva alla prima viene frazionata in base all’effettivo tempo impiegato.

 

L’Amministrazione provvederà alla verifica delle domande pervenute in relazione alla presenza dei requisiti richiesti, integrata da uno specifico colloquio volto – in particolare – ad accertare:

– le esperienze professionali svolte;

– la conoscenza della lingua italiana;

– la conoscenza del contesto dei Servizi sanitari e socio sanitari (organizzazione, competenze, funzionamento);

– la conoscenza delle tecniche di mediazione interculturale, con particolare approfondimento del ruolo e delle competenze del mediatore.

 

 

Maggiori informazioni su: http://www.aulss1.veneto.it/concorsi/avviso-pubblico-per-listituzione-di-un-elenco-di-mediatori-linguistico-culturali-dellulss-n-1-dolomiti/

Ultima modifica: